“Riparare” è il tema di Mens-a 2020 tra filosofia, storia, archeologia e spettacolo

0
199

MENS-A, il Festival di “Cultura diffusa” in Emilia Romagna, che quest’anno ospita ottanta studiosi internazionali a confronto sul tema “Riparare”, fa tappa anche a Ravenna dove propone l’incontro di sabato 26 settembre alle 17 nella Sala Muratori della Biblioteca Classense. Riparare, il tema dell’edizione 2020, verrà trattato dal punto di vista della filosofia, della storia, dell’archeologia e dello spettacolo, con grandi nomi della cultura nazionale come Rocco Ronchi, Mauro Pesce e Giuseppe Sassatelli.

(correggere gli errori, riparare il tempo, la storia, la vita, l’ambiente, recuperare i rapporti, l’Arte come riparazione)     

Ritorna a settembre e ottobre, con una Anteprima il 24 luglio, l’unicoFestival di “Cultura diffusa” in Emilia-Romagna. Ottanta studiosi internazionali a confronto sul tema “RIPARARE”incontri, recital, tavole rotonde.

Il tema di MENS-A 2020, RIPARARE, è argomento molto urgente, vista l’attuale situazione di allarme mondiale. Non vi è solo il degrado sociale, valoriale, ambientale, oggi si tratta di preservare e riparare la vita, la salute, la persona con le proprie fragilità e incertezze. Il tema RIPARARE verrà trattato in tutte le sue accezioni e complessità e declinato in modo differente nelle diverse città. RIPARARE è una bellissima parola. È a fondamento del saper ricreare, elaborare, cambiare. Si ripara un torto, un errore, ma anche un progetto, una realtà del mondo. Si riparano i danni e le mancanze, i guasti e le dimenticanze. C’è la riparazione dei danni di guerra, la riparazione legata alla preghiera, al pentimento, alla Storia. Poi, in questo tempo di paura è necessario riparare con responsabilità e presenzaÈ necessario correre ai ripari per la salute dell’uomo, della società e del pianeta. Cerchiamo di riparare, ricucire ferite reali e simboliche, si riparano pure i tessuti del corpo, le cellule, gli organi. Riparare è l’opposto di rottamare con noncuranza. Per riparare sono necessarie azioni e decisioni della persona, che le macchine non sanno né possono compiere adeguatamente. Poiché l’atto di riparare non è mai unico o prevedibile, ogni riparazione ha un suo percorso, una sua necessità specifica.

Ospitalità è apertura all’umanità dell’uomo, alla responsabilità singolare e all’universalità umana. È comprensione di ciò che è differente, tra dignità dello straniero e dell’ospitante.

Vista l’attuale situazione di allarme mondiale, si tratta di preservare la vita, la salute, la persona, la collettività, per questo l’Evento MENS-A è molto importante nell’oggi.

 MENS-A rilascia i crediti formativi Unibo e UNIMORE.

Ravenna

Sabato 26 Settembre – Sala Muratori – Biblioteca Classense, via Baccarini 5
Ore 17:00

Rocco Ronchi (Doc. di Filosofia Teoretica, UnivAQ)
La gioia, da Dante a Bergson

Ore 17.40

Mauro Pesce (Doc. di Storia del Cristianesimo)
Riparazione e pentimento cristiano in Dante (Canto IX, Purgatorio, vv. 94-117)

Ore 18:10

Giuseppe Sassatelli (Doc. di Etruscologia e Antichità ita- liche)
Archeologia: riparare per conoscere e valorizzare

Ore 18:50

Matteo Belli (Attore)
Interpreta  Canto XXIV Purgatorio – I golosi

Introduce e modera: Maurizio Tarantino (Direttore Ist. Biblioteca Classense e MAR)