Turismo: gli operatori del settore promuovono giugno e agosto, male luglio. Calo dei pernottamenti

0
350

Turisti stranieri in città, italiani al mare. Una semplificazione forzata, ma sembra essere un’ottima istantanea dell’estate ravennate che sta volgendo al termine. Mentre la costa, infatti, paga diverse difficoltà nell’intercettare i visitatori provenienti oltre confine, la città e i suoi monumenti non sembrano aver tradito le aspettative riposte dagli operatori del settore dell’accoglienza, al netto dei problemi derivanti dalle mancate crociere. Preoccupa tuttavia il calo dei pernottamenti, con i visitatori che, evidentemente, preferiscono raggiungere Ravenna soggiornando altrove. In attesa dei dati ufficiali, molti operatori hanno descritto giugno e agosto come i mesi più intensi, luglio pare aver fatto segnare invece un netto calo rispetto al passato.