Nuovo palazzetto. La Pigna: “Dopo la nuova interdittiva antimafia, serve una commissione di inchiesta” | VIDEO

0
250

Fermare il progetto del nuovo palazzetto dello sport oppure riassegnare i lavori al secondo classificato al bando o mediante un nuovo bando. La nuova interdittiva antimafia che ha fermato il cantiere della città dello sport torna a riaccendere il dibattito politico. È La Pigna ad attaccare l’amministrazione comunale su diversi punti legati all’interdittiva antimafia che ha colpito il consorzio Research, l’ultimo dei quali riguarda la sospensione con alcuni giorni di ritardo del cantiere del palasport. Il consorzio è tra i più grandi in Italia, oltre 120 aziende consorziate fra cui anche la Cear di Fornace Zarattini, entrata in questi mesi per poter proseguire i lavori al palazzetto. Molti gli importanti cantieri in Italia ora fermi, anche all’interno del Terzo Valico dei Giovi lungo la ferrovia Genova-Tortona.

Sempre il Research, a Ravenna, è coinvolto nei lavori per la copertura della piastra polivalente a Savarna