“Data mi fu soave Medicina”, il libro fotografico di Giampiero Corelli che racconta l’ospedale, la città e le persone nei giorni dell’emergenza Coronavirus

0
769

“Data mi fu soave Medicina” è il titolo del volume fotografico che il fotoreporter Giampiero Corelli ha realizzato durante il vivo dell’emergenza Coronavirus per le vie deserte della città ma soprattutto all’interno dell’ospedale di Ravenna. Medici, infermieri, operatori sanitari e tutte le persone ritratte rappresentano in modo emblematico i giorni dell’emergenza, le preoccupazioni e le paure di chi si è trovato in prima linea a combattere l’epidemia. Tra i duecento scatti del reportage sono presenti inoltre alcune immagini della città improvvisamente vuota durante il lockdown.

Il libro è stato pubblicato dall’editore Danilo Montanari con la collaborazione della Direzione Medica del Santa Maria delle Croci di Ravenna, con il patrocinio del Comune e con il sostegno della Fondazione Cassa di Risparmio di Ravenna e di altri sensibili fautori che hanno deciso di contribuire al progetto. Le fotografie sono accompagnate da alcuni testi che portano la firma di autori come Michele Smargiassi, Nevio Spadoni ed Eugenio Baroncelli.

A settembre sarà allestita una mostra a Palazzo Rasponi dalle Teste in cui sarà possibile ammirare gli scatti in bianco e nero di Corelli.