Confesercenti: “Lockdown duro colpo per i pubblici esercizi, il 67% degli imprenditori ha visto calare il fatturato”

0
254

Dal 25 al 31 agosto alcuni pubblici esercizi dei comuni di Ravenna e Cervia associati a Confesercenti hanno compilato un questionario che aveva lo scopo di capire quanto e come l’emergenza Coronavirus e il lockdown avessero inciso sulle imprese della ristorazione. Lo studio di Confesercenti ha portato alla luce dati interessanti che evidenziano anche l’incertezza dei titolari di bar e ristoranti sull’evolversi della pandemia e la possibile introduzione di nuove limitazioni per l’inverno, preoccupazioni già insite negli imprenditori durante i mesi estivi. Mesi, questi ultimi, che nonostante le difficoltà hanno portato anche buoni risultati, anche se i cittadini hanno frequentato molto meno rispetto agli scorsi anni i pubblici esercizi, come evidenziano i dati raccolti da Confesercenti. Lo studio ha inoltre sottolineato che la maggiore difficoltà incontrata dai gestori è stata la mancanza di spazio per poter far rispettare le distanze di sicurezza ai clienti, per questo i ristoratori necessitano di risposte su quello che le amministrazioni intendono fare nel futuro in materia di concessione del suolo pubblico. Un dato preoccupante è il fatto che quasi la metà del campione intervistato ha dichiarato di aver ridotto il personale anche a fronte del fatto che il 69% degli imprenditori ha visto calare il fatturato dall’inizio della pandemia. Confesercenti ha inoltre sottolineato che molte misure, come quelle contenute nell’ultimo Dpcm adottato, limitano fortemente questa categoria, già duramente messa alla prova.