Arrivano a Faenza i negozi “disimballati”, dove lo spreco di carta e plastica è ridotto al minimo

0
482

Arrivano a Faenza i negozi disimballati, i negozi che hanno deciso di rinunciare agli inutili imballaggi di plastica e cartone, molte volte la prima cosa che il cliente butta non appena arrivato a casa. Via anche, ove possibile, bottiglie o flaconi di plastica, sostituiti con contenitori di vetro o con buste biodegradabili o in alternativa con contenitori riusabili da parte dei clienti. “Disimballiamoci”, il progetto  ideato dalle associazioni ambientaliste e sposato dal Comune di Faenza, ha visto al momento partecipare 5 realtà del territorio: La Fenice, il Mens Sana, il Regno Vegetale, Apicoltura Ortolani, Natura Sfusa, negozi con decenni di storia di vita a Faenza e realtà commerciali di recente apertura. Per tutti gli aderenti sconti sulla bolletta della Tari a seconda dei servizi offerti ai clienti.