UIL: “Dipendenti privati di diritti fondamentali nel nuovo contratto” Continua la protesta dei lavoratori Idea Services

0
312

Dopo aver promosso uno sciopero ad oltranza a causa del peggioramento del contratto lavorativo negli stabilimenti di Faenza, in via San Silvestro e in via Corgin, i dipendenti di Idea Services si sono ritrovati davanti alla prefettura, a Ravenna, per protestare contro l’accordo firmato da Cisl e Cgil ma ampiamente rigettato dalla UIL e dalla maggioranza dei lavoratori. Troppi i diritti non previsti dal nuovo contratto: la mancata indennità per i primi tre giorni di malattia e l’integrazione dopo i 17 giorni, la non maturazione dei ratei per 13^ e 14^, ferie, permessi e TFR e la mancata certezza dell’orario di lavoro. Una trattativa non semplice che ieri, nonostante la mediazione delle istituzioni, non ha prodotto una soluzione