Il Comune risponde a Bertozzi: “Notevoli investimenti di Asp per la sicurezza nelle RSA e nel welfare no-profit”

0
78

L’Asp durante la pandemia ha investito notevolmente per la sicurezza degli ospiti delle residenze per anziani dove per l’appunto non sono scoppiati focolai. Ha aperto alle visite, ha mantenuto tariffe calmierate e ha continuato a gestire servizi poco remunerativi ma di importante impatto sul sociale, come per esempio nell’emergenza abitativa, nel “Dopo di noi” o per arginare il fenomeno del sovraindebitamento. Con queste motivazioni il Comune di Faenza difende l’operato dell’Azienda dei Servizi alla Persona, la variazione di bilancio da 350 mila euro a favore dell’ente e i bilanci in rosso. È la risposta dell’amministrazione alle critiche di Stefano Bertozzi, capogruppo di Fratelli d’Italia, in merito alle perdite dell’Asp e alla decisione di mettere in vendita il fondo Roncona a San Mamante facente parte del patrimonio dell’azienda. Nonostante il profondo impegno nel welfare di comunità, comunque, sono in corso interventi per ridurre le spese, anche perché i 112 posti letto accreditati al Fontanone, al centro della disputa con In Cammino, rimarranno in gestione alla cooperativa fino al 31 dicembre 2022.