Ravegnana. Sono in partenza gli ultimi lavori per la riapertura al traffico

0
188

Ad aggiudicarsi la vincita del bando per i lavori che porteranno alla riapertura della Ravegnana (SS67) è stato il consorzio modenese Coseam Italia SpA, nella giornata di mercoledì 27 marzo.

La strada potrà tornare agibile nei tempi previsti dal progetto, ovvero entro la fine dell’estate, se i lavori procederanno senza interruzioni.

È in programma la predisposizione, per entrambi i lati della carreggiata, di due lunghe file di palancole profonde fino a 20 metri, così da proteggere la strada da eventuali infiltrazioni.

Questa sarà solo l’ultima fase, la quarta, dei lavori che permetteranno la riapertura alla viabilità e al traffico sulla Ravegnana. In questi mesi, fin dal 26 ottobre scorso, immediatamente dopo la tragedia del crollo della chiusa di San Bartolo, si è operato per la messa in sicurezza del tratto stradale che collega Ravenna a Forlì e viceversa.

Infatti si ricorda che la prima fila di palancole fu installata in pochi giorni. A questa prima fase seguirono indagini e rilievi in profondità. E ad oggi, la terza fase, che vede l’installazione nel terreno di una fila di palancole all’interno dell’alveo davanti alla chiusa nel lato monte, è alle conclusioni.

La Regione Emilia-Romagna, per l’avvio della quarta fase cantieristica, si è rivolta alla Coseam per ricevere tutta la documentazione. In questa parte progettuale si opererà anche per la ricostruzione della porzione di ponte sulla chiusa crollata in seguito alla frana sull’argine.

Tuttavia, restano ancora elementi delicati su cui lavorare oltre alla chiusa, come la sponda, la strada, gli argini e l’aspetto irriguo.