Omicidio di Faenza: si restringono i tempi dell’aggressione

0
499

Si restringe sempre di più l’arco temporale fra la partenza di Arianna, la figlia di Ilenia Fabbri, e l’ingresso nell’abitazione dell’aggressore che poi ha ucciso la 46enne. Gli investigatori hanno ulteriormente ristretto il lasso di tempo passato da un quarto d’ora della giornata scorsa a poco meno di una decina di minuti dopo gli ultimi esami della polizia scientifica. Nella giornata di ieri si è tenuto un vertice in procura a cui hanno partecipato il procuratore capo facente funzione Daniele Barberini, il pm titolare dell’inchiesta Angela Scorza e il dirigente della squadra Mobile Claudio Cagnini e gli investigatori della polizia. Nelle sue ultime dichiarazioni il procuratore Daniele Barberini ha escluso il movente passionale: dalle verifiche è emerso che la donna non aveva relazioni al di fuori della nuova vita che stava costruendo con il nuovo compagno. Alcuni amici avrebbero addirittura svelato che i due stavano pensando di sposarsi.