La proposta di 50 educatori di scuola e centri diurni: “Attività online per non lasciare i nostri ragazzi”

0
333

Gli educatori delle scuole e dei centri diurni di Ravenna si mettono al servizio della comunità. Una cinquantina di operatori, abituati a lavorare ogni giorno con bambini e ragazzi delle scuole di vario ordine e grado, ha inviato una lettera al Comune di Ravenna con la proposta di attivare online una serie di percorsi per tutti quei bambini e ragazzi che improvvisamente si sono visti mancare un  supporto fondamentale nella loro vita quotidiana. Percorsi online o videochiamate quindi per continuare a garantire alle famiglie un servizio e al contempo evitare agli operatori stessi difficili situazioni economiche, non ricevendo una retribuzione, e al Comune di ricorrere al Fis, lasciando libere le risorse a disposizione per altri settori lavorativi