Non è il momento delle polemiche né delle divisioni partitiche e tanto meno dei giochini di sponda.

Per stimolare la Regione, ad agosto 2018, abbiamo depositato due specifiche mozioni per inserire nel Prit 2025 le varianti esterne di Fosso Ghiaia e di Mezzano, opere attese da tempi immemorabili dai residenti.

In una successiva seduta della commissione competente, abbiamo accettato l’invito della maggioranza a guida Pd di unificare in un unico atto le 2 mozioni relative a dette varianti esterne.

Abbiamo, quindi, depositato un ulteriore atto che ha ottenuto l’appoggio di quasi tutta l’opposizione, mentre proprio il Pd, che aveva lanciato l’invito ad elaborare un documento congiunto, non solo si è rifiutato di firmarlo ma ne ha pure presentato un altro alternativo.

Ora la discussione approda in aula e facciamo appello alla maggioranza perché per una volta lasci da parte la divisione politica e dia priorità alle esigenze dei Ravennati che amministra, sostenendo la mozione della lista civica La Pigna e dell’opposizione e ritirando la propria.

Arrivare ad un voto unanime del consiglio comunale su una sola specifica mozione, avrebbe un un valore politico ed istituzionale fortissimo nei confronti sia dei ravennati che della Regione Emilia Romagna che deve adottare a breve il Prit 2025.

Desideriamo che domani si affermino la più alta serietà e responsabilità e che non si verifichino giochetti di sponda fatti di emendamenti, ovviamente preventivamente concordati, presentati da minoranze alla mozione della maggioranza.

Auspichiamo che in aula, tutti i consiglieri al di là del colore politico sostengano col proprio voto la nostra mozione per le varianti di Fosso Ghiaia e di Mezzano.

Questa partita è troppo importante per i cittadini di queste località.

Lista civica La Pigna