Da oggi via al Green Pass per palestre, musei, eventi, bar e ristoranti al chiuso: perplessità e malumori tra i gestori delle attività

0
75

A partire da oggi, sarà obbligatorio esibire il Green Pass per accedere a stadi, palestre, piscine, musei, bar e ristoranti al chiuso per tutti i cittadini al di sopra dei 12 anni. Il certificato verde dovrà essere controllato dai gestori delle attività e dagli organizzatori di concerti ed eventi, anche se la misura ha creato non pochi malumori. Bar e ristoranti ad esempio potranno accogliere la clientela senza controlli solamente negli spazi esterni, regola che penalizza i pubblici esercizi con pochi posti all’aperto e che rischia di sfavorire le attività durante i mesi invernali. Anche per praticare sport all’interno delle palestre, è necessario esibire il Green Pass o in alternativa la guarigione dall’infezione o l’esito negativo di un test molecolare o antigenico effettuato entro 48 ore. Per questo, molti titolari di palestre e centri sportivi hanno deciso di interrompere l’abbonamento per una fetta di clientela. Lunghe code si sono inoltre formate questa mattina all’ingresso dei principali monumenti ravennati, dove anche turisti e visitatori hanno dovuto mostrare il certificato verde, obbligatorio per accedere all’interno dei musei e dei siti culturali di tutta Italia. Qualche perplessità giunge anche dal mondo dello spettacolo e dei concerti, dove gli organizzatori avranno il compito di controllare chi prende parte agli eventi.