Giovani e carceri: due grandi temi al centro del lavoro del Ser.T. dopo la pandemia

0
110

Deanna Olivoni è la nuova direttrice del Sert di Ravenna, l’Unità Operativa di Dipendenze Patologiche, diretta pro tempore dalla stessa dottoressa in realtà negli ultimi 11 anni. La conferenza stampa di presentazione della sua nomina è stata occasione per illustrare la realtà odierna delle tossicodipendenze e gli sforzi per recuperare le situazioni che la pandemia ha forzatamente costretto a lasciare in secondo piano.  Oggi ad esempio al Sert accedono giovani già dipendenti dall’eroina a 18-20 anni. Pazienti che saranno poi in carico alla struttura per almeno altri 15-20 anni dicono i dati. E sono proprio i giovani oggi uno dei temi principali al centro del lavoro del servizio Dipendenze. Dipendenze da sostanze, ma anche dipendenze comportamentali (gioco d’azzardo, videogiochi, internet, shopping). Altro grande tema, il carcere, dove i tossicodipendenti finiscono, spacciando, rubando o maltrattando i parenti, per racimolare i soldi per acquistare le dosi, e i progetti alternativi alle case circondariali.