Sul sito internet del Comune di Ravenna è scritto che l’amministrazione comunale, “grazie ad una convenzione con l’Associazione Guardia Medica Veterinaria, garantisce ai cittadini un servizio di pronto soccorso veterinario per gli animali da compagnia nei giorni e negli orari in cui gli ambulatori e gli studi veterinari rimangono chiusi. Il servizio è garantito nei seguenti orari: giorni festivi 24 ore a partire dalle 7.30 del festivo, giorni prefestivi dalle ore 13.00 alle ore 07.30 del festivo; giorni feriali, dalle 20.00 alle 06.00 del giorno successivo. Il numero di telefono del Medico Veterinario di turno è disponibile presso l’Ufficio Informazioni dell’Ospedale di Ravenna attivo 24 ore su 24 ai numeri 0544.286125 oppure 0544.286126.

Sulla pagina facebook della Guardia Medica Veterinaria stessa troviamo però scritto, datato 1° dicembre, il seguente: AVVISO IMPORTANTE AGLI UTENTI. Nel mese di dicembre 2021 la reperibilità della guardia medica sarà temporaneamente sospesa nelle notti dei feriali. Resterà invece attiva durante tutti i prefestivi e festivi del mese di dicembre e durante le festività natalizie. Ci scusiamo per il disagio, vi terremo aggiornati appena il servizio riprenderà a regime”. Da quanto si è appreso, mancherebbero i veterinari in grado o disposti ad effettuare il servizio notturno. La crisi emersa questo mese sarebbe riconducibile, in modo particolare, al Covid, essendoci veterinari con familiari in quarantena o comunque coinvolti nella gestione dell’emergenza epidemica. Resta comunque la difficoltà di un servizio giudicato un fiore all’occhiello sia dai ravennati che dai turisti, che non trova ricambio nei veterinari giovani.

Sorprende perciò che solo a metà mese l’assessore del Comune di Ravenna con delega ai Diritti degli Animali si sia fatto carico dell’impossibilità, per tutto il mese di dicembre, di erogare questo servizio nei giorni feriali, limitandosi a fare “appello alla professionalità dei Medici Veterinari operanti nella Provincia di Ravenna, al fine di poter fornire ampia collaborazione nel periodo di criticità citato, consentendo così di poter sopperire in piena sinergia ad eventuali rischi di mancata operatività che si dovessero presentare”.

Sarebbe stato invece opportuno cercare da subito di organizzare, attivando gli opportuni contatti con tutti i veterinari liberi professionisti, le singole disponibilità ad effettuare turni di supplenza, in modo da comunicare agli utenti, tramite i numeri telefonici dell’ospedale civico dedicati a tale informazione, a chi rivolgersi, notte per notte di giorno feriale, in caso di bisogno. Sarebbe stato e sarebbe utile valutare di ricorrere, eventualmente, ad una o più cliniche veterinarie private attrezzate allo scopo, estendendo loro, almeno temporaneamente, la convenzione attiva con la Guardia veterinaria.

Non potendosi escludere che la riduzione della Guardia medica veterinaria notturna ai soli giorni festivi si cronicizzi, anche a partire dal prossimo gennaio 2022, rivolgo al sindaco, a nome della Lista Amici Animali, associata a Lista per Ravenna, la presente interrogazione volta a conoscere le sue intenzioni al riguardo.