Spiagge: i tempi per la Bolkestein potrebbero ancora allungarsi

0
70

I tempi per l’applicazione della direttiva Bolkestein sulle concessioni balneari potrebbero nuovamente allungarsi. Le norme europee però potrebbero anche non essere applicate. Fra le questioni che il governo Meloni dovrà affrontare in tema di turismo, la principale dovrebbe essere proprio la direttiva Bolkestein secondo le associazioni di categoria che evidenziano come il 56% del turismo italiano ruota attorno alle mete balneari. A gennaio 2024 dovrebbero partire le evidenze pubbliche per poi consentire le aste che la norma europea chiede dal 2006. Tuttavia ad oggi manca ancora una mappatura delle spiagge, mai fatta in tutti questi anni, e dal Governo sono convinti di poter evitare l’applicazione della Bolkestein per gli stabilimenti balneari. La direttiva infatti potrebbe non essere applicata se la risorsa “non è scarsa”. Da verificare poi se le spiagge possano essere considerate dei servizi, sui quali si applicano le regole fissate dall’Europa, o dei beni, che invece sono esentati.