Area Liberale torna a chiedere la revoca delle deleghe dell’assessore Bosi

0
256

Area Liberale torna a chiedere la revoca delle deleghe alla sicurezza all’assessore Massimo Bosi. Nel consiglio comunale di martedì un’altra analoga richiesta, legata alle multe degli autovelox in circonvallazione, era stata respinta. La nuova richiesta è legata alle ultime notizie sulla morte del noto macellaio Domenico Montanari. Per la morte dell’esercente risulta ora indagato per omicidio l’ex vigile Gian Carlo Valgimigli, che sul caso aveva già patteggiato una condanna per “morte come conseguenza di altro reato”. Indagato anche un altro uomo di 40 anni. 

Lo scorso gennaio è invece iniziato il processo al comandante della Polizia Locale di Faenza Vasco Talenti per omessa denuncia proprio sulla condotta di Valgimigli, costata all’ex vigile una condanna complessiva a quasi 6 anni per truffe ed estorsioni. Secondo la lettura di Area Liberale, la posizione del Comandante Talenti è ora aggravata dalle nuove indagini e l’assessore Bosi avrebbe già dovuto richiedere la rimozione del dirigente. 

 

Contattato telefonicamente, l’assessore Bosi non ha voluto replicare al consigliere Padovani, essendo appunto in corso indagini e processi. Massimo Bosi si è limitato a sottolineare come il comandante della Polizia Locale non sia una scelta esclusiva dell’assessore alla sicurezza. Il comandante, al contrario, viene selezionato mediante un bando indetto dal Comune, al quale chi ha i titoli può partecipare.