Ricavi sempre più in crescita per la Clai: 270 milioni, +3,5%. Al via investimenti a Faenza e Imola

0
414

Più fatturato, più investimenti e più giovani. A poco più di un mese dalla presentazione del bilancio, Clai, Cooperativa Lavoratori Agricoli imolesi, presenta nel suo quartier generale di Villa “La Babina” a Imola i dati positivi del 2018, anno caratterizzato dall’aumento delle vendite sia in Italia, sia all’estero. I volumi del gruppo sono aumentati complessivamente del 3%, i ricavi hanno raggiunto i 270 milioni di euro, con un aumento del 3,5% rispetto al 2017. 500 i dipendenti, molti i soci giovani. Numeri che hanno permesso di stanziare 15 milioni di investimenti per il prossimo biennio, dedicati agli stabilimenti di Imola e Faenza, alla creazione di un centro di formazione nella sede di Sasso Morelli, alla ricerca nel settore agroalimentare, in collaborazione con il Dipartimento di Scienze e Tecnologie Agro-Alimentari dell’Università di Bologna, e al marketing, che vedrà fra i vari progetti la programmazione di un format dedicato alla buona cucina che vedrà la collaborazione di Alessia Ventura e dello chef Massimiliano Mascia del Ristorante San Domenico di Imola.