Il “soccorso” di Ravenna Holding a Faenza finisce nel mirino dell’opposizione: La Pigna contesta 6 milioni di euro

0
475

Il “soccorso” effettuato da Ravenna Holding nei confronti di Faenza torna al centro delle critiche dell’opposizione nei confronti dell’amministrazione comunale ravennate. Non è la prima volta che la questione viene sollevata. Questa volta è stata la lista civica La Pigna a contestare i versamenti di Ravenna Holding a favore di Faventia Sales, la società che si è occupata del recupero dell’ex complesso dei Salesiani, e a favore dello scalo merci, poi in realtà mai utilizzato. Le critiche sono arrivate durante la discussione in consiglio comunale per l’approvazione del bilancio d’esercizio 2019 di Ravenna Holding. Il patrimonio netto della società è di 477 milioni. Quasi 11 milioni le entrate nell’ultimo anno. Il risultato di esercizio per il 2019 è di 14 milioni

Il bilancio è stato approvato con 18 voti favorevoli da parte della maggioranza e 11 voti contrari da parte dell’opposizione

Le critiche di La Pigna si sono poi incentrate sul rispetto dello statuto della società e sul progetto del nuovo studentato da realizzare in viale Farini.

Ravenna Holding e amministrazione comunale di Ravenna hanno risposto alle critiche riguardanti lo statuto sostenendo che tutti gli atti sono passati in consiglio comunale e al vaglio dei dirigenti comunali ed è stata portata avanti un’interpretazione più larga dello statuto, una lettura definita evolutiva. Per quanto riguarda lo studentato, la volontà è di avere una struttura pubblica a disposizione degli studenti