ALMA MATER STUDIORUM UNIVERSITA' DI BOLOGNA. CAMPUS DI RAVENNA ARCHIVIO AFFARI GENERALI - SETTORE COMUNICAZIONE ALMA MATER STUDIORUM FOTOGRAFIA DI ANDREA SAMARITANI 13 NOVEMBRE 2013

Anche il Campus di Ravenna si apre ai visiting professor, studiosi da tutto il mondo di riconosciuta qualificazione scientifica che potranno essere ospitati nella sede universitaria ravennate per svolgere attività didattica e di ricerca.

La convenzione che lo prevede, sottoscritta dall’Istituto di Studi Avanzati dell’Alma Mater Studiorum – Università di Bologna, dalla Scuola superiore di Studi sulla Città e il Territorio, e da Fondazione Flaminia, sarà presentata giovedì 28 marzo alle 15.30 nella sala conferenze di palazzo Strocchi in via degli Ariani 1.

In questa occasione,  Ana Konestra, ricercatrice dell’Institute of Archaelogy di Zagabria, prima docente internazionale a essere ospitata, terrà una lezione magistrale dedicata al tema ‘Paesaggi produttivi della Dalmazia settentrionale’.

La lectio magistralis sarà preceduta alle 10 dal workshop ‘Paesaggi adriatici a confronto. Istria, Dalmazia e Romagna tra l’antichità e il medioevo’ con gli interventi di Enrico Cirelli dell’Università di Bologna, Gaetano Benčić del Museo del territorio parentino, Maria Cristina Carile dell’Università di Bologna, Enrico Giorgi dell’Università di Bologna, Alessandro Campedelli borsista di ricerca per Fondazione Flaminia, e Josip Višnjić dell’Istituto Croato di Restauro.