La rabbia dei residenti dell’Orto Bertoni e la paura di vivere in case che si possono nuovamente allagare

0
234

Nuovo teso incontro fra l’amministrazione comunale e i faentini colpiti dall’alluvione. Lunedì sera, nella parrocchia dei Capuccini, è stato organizzato un confronto fra la giunta e i residenti dell’Orto Bertoni per fare il punto sulle problematiche post alluvione e sul ripristino dell’alveo fluviare dopo i crolli. Ed è proprio “ripristino” la parola chiave che è stata al centro di discussioni, perplessità e arrabbiatura varie. Vedendo le ruspe in azione lungo il fiume, molti residenti hanno pensato che fossero in corso lavori per la migliorare il livello di sicurezza del Lamone. Niente di più sbagliato. I fondi messi a disposizione della Regione fino ad ora sono serviti unicamente per ripristinare le condizioni del bacino fluviale a prima di maggio 2023. Per migliorare il livello di sicurezza dell’Orto Bertoni, ma anche di tutta Faenza, sono necessari investimenti molto più cospicui, tempi e studi di progettazione molto più lunghi.