La Polizia di Stato ha arrestato G.G. cittadino svizzero classe 1957, perché colpito da mandato d’arresto europeo emesso dall’Autorità Giudiziaria della Polizia per il reati di falsificazione di documenti amministrativi e loro traffico, truffa e traffico di veicoli rubati.

Ieri mattina, lungo la A14, gli Agenti della Sezione Polizia Stradale di Faenza, hanno proceduto al controllo di un’autovettura Volkswagen Passat con a bordo due persone che procedeva in direzione Rimini.

Dagli accertamenti nelle banche dati delle forze di Polizia è emerso che il 63enne cittadino svizzero G.G. era destinatario di un mandato di cattura ai fini estradizionali emesso dalla Autorità Giudiziarie della Polonia per i reati di falsificazione di documenti amministrativi e loro traffico, truffa e traffico di veicoli rubati commessi in Polonia negli anni scorsi.

L’uomo, condotto negli Uffici della Polizia Stradale di Ravenna, dopo gli accertamenti di Polizia Scientifica, finalizzati ad accertarne l’identità, è stato dichiarato in arresto e condotto alla Casa Circondariale di Ravenna, a disposizione della Corte d’Appello di Bologna.