La croce di Paolo VI è tornata nella tomba di Dante dopo la benedizione di Papa Francesco

0
167

La croce d’oro donata nel 1965 da papa Paolo VI e benedetta da Papa Francesco durante la visita a Roma della delegazione ravennate è tornata all’interno della tomba di Dante. La croce fu donata per il Settecentesimo anniversario della nascita del Sommo Poeta. L’incontro organizzato in Vaticano dall’Achidiocesi di Ravenna e Cervia è avvenuto al termine del processo di restauro del manufatto.

La croce greca, con quattro ametiste incastonate alle estremità, collocata al di sopra della lastra marmorea di Pietro Lombardo, era stata inviata da Paolo VI il 19 settembre del 1965 come segno della risurrezione che Dante professava. Nel dicembre dello stesso anno, a chiusura del Concilio vaticano II, il papa pubblicò la lettera apostolica “Altissimi cantus”, nella quale riconosce in Dante il poeta della cristianità e la conclude con l’esortazione “Onorate l’altissimo poeta!”.