Una “Giornata di cuore” per accogliere in una CASA i bimbi malati di tumore

0
167

Assistere il proprio bimbo mentre lotta contro un tumore, stargli vicino durante la chemioterapia,  vivere al suo fianco giornate che nulla hanno a che fare con la solita quotidianità, lontani dalla “normalità”, soprattutto lontani da Casa. E cercare di avere la forza di far apparire tutto ciò meno drammatico di quel che è.
E’ ciò che ogni famiglia si trova a dover affrontare quando al proprio bimbo viene diagnosticato un tumore.
Per aiutare i piccoli ammalati del reparto di oncoematologia pediatrica di Rimini ( Centro di riferimento regionale) e le loro famiglie è nato il progetto La Casa di Arop, una casa d’accoglienza, una casa “speciale”, dove possono essere ospitati diversi nuclei famigliari durante i periodi di permanenza a Rimini.
Elena è una mamma che ha vissuto tutto ciò sulla propria pelle ed ora collabora con la onlus A.R.O.P. alla realizzazione di serate informative e di raccolta fondi per far conoscere gli importanti obbiettivi dell’associazione, serate come quella che si è tenuta sabato scorso a Gambellara, una “Giornata di cuore” con una ospite e amica d’eccezione, la chef Erica Liverani.