Lega, Pd e Articolo 1 tendono una mano a Insieme per Cambiare. La Tua Faenza e L’altra Faenza “bastonano” l’ex assessore Piroddi

0
240

È andato in scena il primo consiglio comunale dopo la frattura fra il sindaco Giovanni Malpezzi e l’ex assessore Domizio Piroddi con le relative dimissioni di quest’ultimo e l’uscita della compagine di Insieme per Cambiare dalla maggioranza di governo della città di Faenza. Era stata promessa un’intensa battaglia politica, ma alla fine le due parti hanno semplicemente ribadito le relative posizioni già apparse più volte in queste settimane a mezzo stampa. Se il sindaco ha ammesso che quando due persone litigano, la colpa è di entrambi, Insieme per Cambiare si è arroccata sul concetto che, quanto avvenuto, sia stato uno sgarbo personale nei confronti di Piroddi piuttosto che una scelta politica da parte del primo cittadino. Difficile tuttavia non notare, durante gli interventi delle varie compagini politiche, alcune personalità che hanno deciso, in via del tutto straordinaria, di assistere al dibattito pubblico: in particolare Rivola, presidente di Co.Abi, seduto accanto allo stesso Piroddi, e Bentini, noto imprenditore faentino, entrambi direttamente interessati nelle proposte di urbanizzazione arrivate sul tavolo del Comune e che hanno portato il sindaco a voler seguire direttamente i futuri procedimenti. Proprio Pier Antonio Rivola è stato apertamente citato durante la discussione in consiglio, per essere stato, come l’ex assessore Piroddi, allontanato dalla propria posizione, la presidenza del Mic, dall’attuale amministrazione comunale Fra i vari interventi durante la discussione delle forze politiche, invece, da registrare come Lega, Articolo 1 e Partito Democratico abbiano fatto a gara nell’offrire una spalla su cui piangere ad Insieme per Cambiare, verosimilmente in vista delle prossime elezioni comunali: la Lega attaccando il sindaco, Pd e Articolo 1 limitandosi a sottolineare la collaborazione tenuta negli ultimi anni. Duri invece gli interventi di L’altra Faenza, nelle file dell’opposizione, e di La Tua Faenza, fra le forze di maggioranza, contro Insieme per Cambiare