Gli studenti aiutano i ragazzi stranieri a conoscere la città e a sentirsi meno soli

0
266

Gli studenti aiutano i ragazzi stranieri residenti a Ravenna a cercare lavoro, migliorare l’italiano, conoscere la città. Li frequentano, facendoli sentire meno isolati, condividono insieme il tempo libero, forniscono, anche involontariamente, un supporto emotivo. Diventano “mentoring peer”, ovvero il nuovo progetto gestito dall’associazione Refugees Welcome Italia all’interno dell’albo delle famiglie accoglienti del Comune di Ravenna. Un progetto nazionale, in collaborazione con Unicef, iniziato da qualche mese anche a Ravenna. Arianna, 24 anni, arrivata appositamente da Roma per frequentare il Corso di Laurea in International Cooperation Human Rights and Cultural Heritage, ha conosciuto all’Università il progetto ed insieme ad alcune compagne di corso di aderire. A settembre ha incontrato Sabbir, un giovane diciannovenne, in Italia da 2 anni, proveniente dal Bangladesh, che a Ravenna ha potuto studiare e trovare un lavoro in un locale in centro. Ed è così che è nata la loro amicizia.