“Dopo di Noi”: all’Emilia-Romagna 3,8 milioni per avviare progetti di assistenza

0
190

Quasi 3 milioni e 8 mila euro destinati alla Regione Emilia-Romagna per il Fondo “Dopo di Noi”, il fondo creato per tentare di garantire assistenza alle persone con disabilità grave che rimangono prive del sostegno familiare.
Il via libera alla ripartizione dei contributi su territorio nazionale è arrivato al termine della Conferenza delle Regioni e delle Province Autonome. 51 milioni e 100 mila euro l’ammontare complessivo del fondo. Una cifra calata del 10% rispetto allo stanziamento inizialmente previsto nel 2016 di 56 milioni.
Il “Dopo di Noi” è attualmente uno dei maggiori problemi che affligge i familiari delle persone con disabilità. Se infatti, per determinate patologie come l’autismo, l’assistenza sanitaria è ridotta quando i familiari sono in vita e possono riempire il vuoto,  rivolgendosi spesso a centri privati, alla scomparsa delle persone che si prendono carico dei propri congiunti c’è quasi sempre la paura di trovare il nulla. Paura che, non raramente, sfocia nelle tragedie di cronaca nera.