Venerdì 29 novembre ritorna lo Sciopero Mondiale Per il Clima. “Perché l’emergenza climatica, a differenza delle manifestazioni, non passa. Dobbiamo mantenere caldo il tema e continuare a sollecitare chi ha posizioni di potere, chi ci sta intorno e noi stessi ad agire per salvare la terra” spiegano i ragazzi del comitato faentino di Fridays For Future.

“Questa volta scenderemo in piazza a Brisighella. Perché lì? Abbiamo sentito sicuramente la responsabilità di coinvolgere anche altre città della Romagna Faentina, ma c’è di più. È stata soprattutto la conferenza organizzata per il 16 novembre scorso a Brisighella dal titolo “There is no climate emergency”, che ci ha fatto prendere questa decisione. Dopo averla denunciata e alla fine sventata con un comunicato e un boicottaggio capillare, vogliamo rivolgerci ai brisighellesi: l’emergenza c’è, e non da oggi, ma da decenni; il problema riguarda tutti e se non si farà qualcosa riguarderà anche i negazionisti.

Ma non finisce qui perché è in programma anche un aperitivo sabato 30 novembre al Circolo Arci Prometeo (vicolo Pasolini n.6) nel quale incontreremo il gruppo Extinction Rebellion di Bologna per fare un quadro generale dell’emergenza climatica ed ecologica del nostro pianeta. Ci scambieremo idee e progetti su come agire concretamente per cambiare le cose. Saranno due giorni intensi dedicati all’ambiente”.