La polizia municipale della Romagna Faentina, in occasione delle prossime festività natalizie, in previsione anche del maggior incremento della circolazione di denaro che queste comportano, ha potenziato i servizi di controllo e vigilanza del territorio dell’unione faentina, al fine di contrastare eventuali azioni illecite, con particolare attenzione anche verso i fenomeni dei parcheggiatori abusivi, e dei fenomeni di accattonaggio molesto. A farne immediatamente le spese è stata una cittadina bosniaca pluripregiudicata per reati contro il patrimonio. H.P, del 1978, che chiedeva l’elemosina all’interno dell’Ospedale Cittadino, in compagnia del figlioletto di 6 anni. La donna era talmente presa dalla sua attività che, non si era resa neppure conto che il bimbo si era allontanato e vagava da solo nelle strade attigue al presidio ospedaliero. Lo stesso è stato notato da alcuni cittadini che hanno avvisato la polizia municipale. Una pattuglia ha prima provveduto a rintracciare immediatamente il bimbo e metterlo in sicurezza, poi ha rintracciato la madre, all’interno dell’ospedale provvedendo a convocarla in comando. Qui alla stessa è stato riconsegnato il bambino e gli è stata contestualmente notificata una denuncia a piede libero per abbandono di minori, ai sensi dell’articolo 591 del codice penale, che prevede una possibile pena  punita con la reclusione da sei mesi a cinque anni . La vicenda, sarà segnalata anche al Tribunale dei Minori e ai Servizi Sociali per eventuali provvedimenti di competenza.