Nuova cassa di espansione per il Canale dei Mulini per la sicurezza di quattro Comuni

0
63

4 milioni di euro per la messa in sicurezza del Canale dei Mulini fra Castel Bolognese e Solarolo. Presentato il progetto a cura del Consorzio di Bonifica della Romagna Occidentale per la realizzazione di una cassa di espansione nell’area dei prati di Castel Bolognese.

Il Canale dei Mulini risale al periodo del dopoguerra ed ha una portata in sicurezza di 4 metri cubi d’acqua al secondo. Oggi, che Castel Bolognese si è notevolmente ingrandita rispetto al periodo post-bellico, la portata del canale è raddoppiata diventando fonte di potenziale pericolo. La nuova cassa di 6 ettari, con un invaso di 143 mila metri cubi e un regolatore per determinare la portata del canale, permetterà di mettere in sicurezza il territorio a valle di Castel Bolognese, soprattutto Solarolo dove in passato sono avvenute rotture degli argini. Le operazioni di bonifica sono già iniziate, i lavori partiranno entro luglio e dureranno due anni. La cassa di espansione diventerà anche un’area naturalistica. Per completare il progetto, finanziato dalla Regione Emilia-Romagna, mancano all’appello 600 mila euro per la riprofilazione del canale da Castel Bolognese alla cassa di espansione, mancanza che però non pregiudicherà l’entrata in funzione dell’opera