Non si fermano all’alt. Scatta l’inseguimento che termina con un incidente frontale

0
384

Inseguimento da film americano con auto dei Carabinieri del Radiomobile alle calcagna di un’ autovettura, che non si era fermata all’alt, conclusosi con un incidente frontale, nel cuore della notte.

E’ cio’ che è accaduto lungo la Classica nella notte tra giovedì e venerdì.
Tutto ha avuto inizio quando la Hyundai, su cui viaggiavano due persone, un ragazzo e una ragazza, ha tirato dritto all’ alt segnalato dai Carabinieri ad un posto di controllo.

Subito gli uomini del Radiomobile sono scattati all’inseguimento, seguendo l’auto in direzione nord.

Inseguimento durato circa una ventina di minuti, poiché l’uomo, un moldavo con precedenti, alla guida della Hyundai , ad ogni svincolo cambiava direzione di marcia.
La corsa è proseguita in direzione porto, con i carabinieri sempre alle calcagna, fino a quando, giunti allo svincolo di Punta Marina, i fuggitivi si sono trovati davanti un’altra auto dei carabinieri giunta in supporto dei colleghi. La corsa è terminata così, con uno scontro formatale tra le due vetture.

Sul posto sono intervenute anche le volanti della Polizia di Stato e sono accorse tre ambulanze, che hanno soccorso tre feriti, un paziente in codice 3, il 21enni, e i due carabinieri ( di 45 anni, 34 anni) che hanno riportato ferite da codice due. Sul posto anche i Vigili del Fuoco.

Dalle prime informazioni sembra che entrambi i giovani delle Jhunday fossero in stato di alterazione dovuta da alcool e droga e che durante la fuga abbiano lanciato qualcosa dal finestrino della vettura, non si esclude nessuna ipotesi.