La vita e la musica di Giuseppe Sarti: appuntamento domenica con La Biblioteca delle Meraviglie

0
155

Alla scoperta della musica e della biografia di Giuseppe Sarti. Quasi tutto pronto alla Biblioteca Manfrediana per il nuovo appuntamento con “La Biblioteca delle meraviglie”, un’intera mattinata, domenica 28 aprile, dedicata al musicista faentino, alla sua lunga carriera di operista e di compositore di musica strumentale nelle più importanti corti europee, in particolare alla corte dell’imperatrice Caterina di Russia. Due gli eventi ideati dalla biblioteca: un’esposizione dei lavori di Sarti (inaugurazione ore 10), le partiture custodite dalla biblioteca, e un concerto, per arpa e fortepiano (ore 11.30), “Soli e Duetti” con Paola Perrucci e Susanna Piolanti.

ore 10:00
visita alla mostra Giuseppe Sarti musicista d’Europa

ore 11:30
concerto Soli e Duetti. Arpa e fortepiano nei salotti d’Europa
Paola Perrucci, arpa
Susanna Piolanti, fortepiano

L’appuntamento fa parte della rassegna musicale “Tasti”, dedicata agli strumenti da tasto, ed è in collaborazione con l’associazione Collegium MusicumClassense.

Giuseppe Sarti (1729-1802) è forse la massima gloria musicale faentina. La sua lunga carriera di operista e di  compositore di musica strumentale lo portò a percorrere in lungo e in largo l’Europa delle corti. Particolarmente rilevante fu la sua lunga permanenza (18 anni) in Russia, durante il regno dell’imperatrice Caterina.
Di Sarti vanno ricordate svariate opere comiche tra le quali spicca Fra i due litiganti che ebbe un lungo straordinario successo. Tra le opere serie particolarmente rilevanti sono  Giulio Sabino e Armida e Rinaldo (con la quale fu inaugurato il teatro dell’Hermitage) e Gli anni del governo di Oleg di evidente ambientazione russa. Tra le opere di carattere religioso vanno ricordati i due oratori russi e lo straordinario Miserere a 5 e 6 voci.

La Biblioteca Manfrediana conserva numerose partiture anche manoscritte delle musiche di Sarti. Esse costituiscono la raccolta più notevole dei fondi musicali del nostro istituto.