Svelata la nuova Arena Borghesi: inaugurazione il 4 luglio | VIDEO

0
122

L’Arena Borghesi riaprirà al pubblico il 4 luglio con un’inaugurazione ufficiale ale 18.30 dopo la quale seguirà una serata dedicata al cinema e alla musica con la proiezione, curata dal Cineclub Il Raggio Verde, di “La finestra sul cortile”, uno dei film della fase più sperimentale di Alfred Hitchcock, che sarà preceduto da un concerto della Scuola di Musica Sarti. La stagione cinematografica vera e propria sarà presentata la prossima settimana e proseguirà fino a settembre. Quest’anno sarà però intervallata da una serie di appuntamenti che vedranno in scena diverse realtà culturali della città: Accademia Perduta, Artistation, Fatti d’Arte, Faenza Rock, Wam, Menoventi e la stessa scuola di Musica Sarti. 

I lavori di recupero dell’Arena Borghesi, legati all’ampliamento del supermercato adiacente, sono stati al centro del dibattito pubblico nel corso degli ultimi mesi. Il restauro doveva inizialmente terminare nell’estate 2020, poi il termine è slittato ad ottobre 2021, ma i tempi alla fine si sono ulteriormente allungati. Nel corso del cantiere è anche cambiata la direzione dei lavori. Quasi 800 mila euro l’investimento di Conad per la riqualificazione dell’intera area, l’arena cinema, il supermercato, che sarà inaugurato a fine luglio, il parcheggio di via Caffarelli e i locali dove oggi sorge una nuova pizzeria. Tre gli alberi abbattuti, quattro quelli ripiantumati e poi un tasso secolare che non ha resistito all’espianto. Rinnovati l’impianto audio e le sedute, conservati i 348 posti a disposizione nonostante fosse stato consigliato al Comune, che nei prossimi giorni prenderà possesso legalmente dell’area cinema, di scendere sotto la soglia dei 300 per ridurre i costi di gestione dell’arena.  

I lavori all’area cinema hanno compreso: il restauro del proscenio, a rischio crollo, con il recupero delle antiche decorazioni, e dell’area adiacente, oggi inutilizzata, dove verranno installati dei box da utilizzare come camerini; l’adeguamento sismico; la realizzazione di nuovi servizi igienici; nuovi accessi e pavimentazione; un’organizzazione diversa della platea, una riqualificazione della facciata lungo viale Stradone.