Scarabelli: Marinara sono anche le facce di chi ci lavora

0
287

05/05/2018 – Luca Scarabelli, dello Studio Scarabelli & C. che gestisce la comunicazione di MARINARA, pensa che le polemiche non siano utili prima di tutto a Marina di Ravenna e che finiscano per danneggiare tutti i cittadini. “Sono sempre lieto quanto l’opposizione del governo, sia della città che del paese, svolge la sua importantissima funzione: vigilare.. Ma questa azione deve avere una ricaduta benefica sulla collettività, altrimenti è solo vana polemica”. Sappiamo tutti che di recente una parte della opposizione politica ha chiesto di indagare su ipotesi di illeciti amministrativi commessi in passato a MARINARA e che la commissione richiesta è stata bocciata dalla maggioranza che siede in Consiglio. Da qui si è scatenata la polemica, subito ripresa sui social con frasi ingiuriose e rabbiose contro il sito, definito mostro o simili: “ho letto anche affermazioni non sostenibili sul piano dei numeri: dire che “MARINARA non è mai decollata”, quando in realtà ha un tasso di occupazione pari all’80% dei posti barca, di molto superiore alla media degli altri marina, è sbagliato”. Scarabelli si chiede però anche che interesse abbia l’opposizione a suscitare tanto clamore su semplici dubbi senza considerare le ricadute negative su chi ci lavora: “perché MARINARA sono anche le facce di Alberto, Sara, Patrizia, Luca, Jimmy, Davide, Katia, Gabriella, Laura, Tiziano, Elisabetta e molti altri ancora: persone che ogni mattina, 12 mesi all’anno, aprono la serranda, investono soldi ed energie per gestire con oculatezza ciò che hanno, pagare le tasse e portare in attivo il bilancio pur con un pesante fardello ereditato”. E aggiunge ancora: “a MARINARA vengono attratti nuovi imprenditori, cantieri e soldi che poi, guarda un po’, ricadono sul territorio: perché nuovi clienti vengono in auto ed acquistano carburante, mangiano, si vestono, fanno manutenzione e, se si trovano bene, portano amici. E tutto questo non lo fanno solo a MARINARA, ma a Marina di Ravenna”. Certo sarebbe bello se sui giornali si leggesse tutto questo: non un mondo idilliaco, ma un mondo reale, fatto di difficoltà e di gente che si dà da fare “per portare a casa la pagnotta e pagare, tra l’altro, lo stipendio a chi siede in Comune, sia come maggioranza, che come consiglieri di opposizione, che come funzionari e dipendenti”. MARINARA è una parte integrante di Marina di Ravenna: può non piacere a tutti ma come cittadini c’è da essere orgogliosi che un territorio a vocazione turistica abbia il più grande e sicuro marina dell’Adriatico all’interno della sua offerta complessiva ed in aggiunta ai soliti mercatini.