Ravenna e la Romagna potrebbero veder partire il corso di Medicina già nel 2020

0
363

Ravenna, e con lei tutta la Romagna, potrebbe avere il corso di laurea in Medicina e Chirurgia già dal prossimo anno accademico, 2020-2021. Una speranza molto concreta, annunciata oggi alla conferenza stampa per i 30 anni di Fondazione Flaminia, l’ente che si è dimostrato indispensabile per la trasformazione di Ravenna in una città universitaria. Il progetto sul quale stanno lavorando gli organi interessati, in principal modo le quattro amministrazioni comunali coinvolte, Ravenna, Rimini, Forlì, Cesena, parla di un corso di medicina romagnolo. In due città, Ravenna e Forlì, si svolgerebbero le lezioni in aula, in tutte e quattro le città, coinvolgendo anche le eccellenze dei rispettivi territori provinciali, invece, si andrebbero ad insediare i percorsi laboratoriali e i percorsi sul campo che dovrebbero intraprendere gli studenti. L’idea infatti è di portare in Romagna non solo la laurea magistrale, ma anche diverse specializzazioni. L’idea punta quindi a dare una risposta, sebbene non possa essere definitiva, alla cronica mancanza di medici che si andrà a figurare nei prossimi anni, creando percorsi che permettano la formazione anche di specialisti. Per creare le specializzazioni, indispensabile sarà creare nuove cattedre e permettere ai dottori che oggi operano in Romagna di diventare professori universitari.
Per questo obiettivo si chiederà il coinvolgimento della Regione e ovviamente del Governo.