La Polizia di Stato ha arrestato S.K. 28enne tunisino, in Italia senza fissa dimora, per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali finalizzate alla resistenza a p.u., detenzione illecita di sostanze stupefacenti

Ieri pomeriggio gli agenti di una Volante dell’Ufficio Prevenzione Generale e Soccorso Pubblico della Questura hanno deciso di procedere al controllo di un giovane extracomunitario che in sella ad una bicicletta stava percorrendo via Faentina.

Lo straniero dapprima scendeva dalla bicicletta poi, dopo che uno dei poliziotti gli si avvicinava, con mossa repentina, vi risaliva per fuggire verso via Maggiore; a questo punto il poliziotto lo afferrava per un braccio ed il fuggiasco, perdendo l’equilibrio, abbandonava la bicicletta.

Aveva così inizio un breve inseguimento nel corso del quale lo straniero, raggiunto dal poliziotto e vistosi braccato, sferrava all’agente un violento calcio alla tibia destra riprendendo la sua fuga fino a raggiungere via Frignani.

Dopo essersi introdotto all’interno di una proprietà privata, il giovane saliva su una tettoia e, nel vano tentativo di eludere l’arresto, disperdeva il contenuto polveroso di alcuni involucri che estraeva dalle tasche; la sua fuga si concludeva perché bloccato in via Frignani dagli agenti una seconda Volante intervenuta a dare ausilio ai colleghi inseguitori.

Lo straniero, condotto in Questura, è stato identificato attraverso il fotosegnalamento dattiloscopico per il tunisino 28enne S.K., pregiudicato per reati in materia di sostanze stupefacenti e delitti contro la pubblica amministrazione.

Sottoposto a perquisizione è stato trovato in possesso degli involucri che aveva vuotato del loro contenuto; questi, sottoposti ad accertamenti da parte della Polizia Scientifica, sono risultati avere evidenti tracce di sostanza stupefacente del tipo Cocaina.

Il 28enne S.K. è stato pertanto dichiarato in arresto per i reati di resistenza a pubblico ufficiale, lesioni personali finalizzate alla resistenza a p.u., detenzione illecita di sostanze stupefacenti e trattenuto nelle camere di sicurezza della Questura in attesa della celebrazione dell’udienza di convalida dell’arresto.