Caso Cagnoni: né privilegi né disparità rispetto ad altri detenuti. Il motivo delle firme

0
112

Ci si continua ad interrogare sulle sorti di Matteo Cagnoni, il dermatologo accusato dell’omicidio della moglie Giulia Ballestri. Cagnoni ha ottenuto il ritorno alla casa circondariale di Port’Aurea a Ravenna con le sue argomentazioni sulle crisi di panico a Dozza di Bologna. Per tale accaduto, le associazioni ravennati che si battono contro la violenza di genere stanno raccogliendo le firme per la revoca del trasferimento del dermatologo condannato all’ergastolo per femminicidio.