Plico esplosivo ad una ditta di Ravenna ed ad altre 14 realtà italiane: arrestato anarchico

0
299

Un pacco bomba diretto ad un’azienda ravennate che si occupa di sicurezza industriale e igiene ambientale. La Digos di Torino, in collaborazione con i colleghi di Verona, ha arrestato e condotto in carcere un 40enne militante anarchico, accusato di fabbricazione, detenzione e trasporto in luogo pubblico di un ordigno esplosivo. La misura cautelare è l’ultimo atto dell’operazione “Scintilla” conclusasi lo scorso febbraio che portò all’arresto di altri sei militanti. Da quel giorno il 40enne risultava ricercato. All’intero gruppo le forze dell’ordine contestano l’organizzazione di 21 attentati, consumati in diverse città italiane. Il gruppo, in un’ordinanza della Procura di Torino, sezione Antiterrorismo, è stato definito come un’associazione sovversiva diretta e idonea a influire sulle politiche nazionali in materia di immigrazione