Patrimonio culturale: l’accordo fra Comune e Ministero porta ad un aumento degli incassi

0
270

Positivo il bilancio del primo anno di attuazione dell’Accordo di Valorizzazione del patrimonio archeologico, storico e artistico della città siglato da Ministero per i Beni e le attività culturali, Regione Emilia-Romagna, Provincia e Comune di Ravenna. Dall’11 novembre 2017 è affidata al Comune di Ravenna, mediante la Fondazione RavennAntica, la gestione dei servizi di accoglienza dei siti di proprietà statale (Basilica di Sant’Apolinnare in Classe, Museo Nazionale, Mausoleo di Teodorico, Palazzo di Teodorico e Battistero degli Ariani). Una forma di cooperazione ideata con l’obiettivo di potenziare l’offerta nei luoghi di cultura e di migliorarne la fruizione di cui hanno beneficiato gli incassi, passati dagli 835 mila euro del 2016, agli 838 mila del 2017, al 1.173 nel 2018.