Pallamano: in 4 mila spingono l’Italia al successo contro la Slovacchia

0
181

L’Italia trionfa al PalaCattani contro la più quotata Slovacchia e resta in corsa per la qualificazione a Euro 2020 in programma in Norvegia, Svezia e Austria. Nella serata più attesa, l’Italia più bella è scesa in campo, padrona del gioco, sempre avanti nel punteggio. A spingerla 4 mila spettatori che hanno riempito il palazzetto di Faenza, dando alla Nazionale una spinta in più. In tribuna famiglie e moltissimi bambini. Dall’Emilia-Romagna e dalle regioni limitrofe, infatti, sono arrivate a Faenza diverse società di Pallamano accompagnate dal loro settore giovanile. Si sono aggiunte moltissime famiglie faentine che hanno approfittato dell’ingresso gratuito per un pomeriggio di sport e festa.

La vittoria della Nazionale potrebbe risultare fondamentale nella rincorsa al Campionato Europeo e dalla quale partire domenica quando sarà in programma la seconda partita con la Slovacchia, a Povazska Bystrica. In caso infatti di qualificazione al terzo posto, l’Italia potrebbe rientrare fra le migliori terze dei gironi di qualificazione ed entrare di diritto nella fase finale dell’Europeo. Ungheria e Russia, rispettivamente al primo e al secondo posto del Gruppo 7, attualmente, sembrano irraggiungibili dagli Azzurri, ma la bella prestazione di mercoledì fa ben sperare per il futuro. D’altronde anche la Slovacchia era data per favorita.

Gli azzurri di coach Trillini hanno instradato fin da subito la partita, con un 3-0 iniziale che ha piegato le prime resistenze della Slovacchia. In evidenza anche Davide Bulzamini, l’uomo di casa, cresciuto nell’Handball Romagna. Uno solo il momento di difficoltà dell’Italia, al 50esimo minuto, quando gli avversari hanno tentato la rimonta. I padroni di casa hanno resistito al ritorno slovacco e hanno poi affondato l’allungo finale, chiudendo il match 26 a 23.

Nell’intervallo dell’incontro, spazio anche agli sbandieratori faentini, scesi in campo per un’esibizione con alcuni giovani rappresentanti dei 5 rioni.