Nuovo bilancio regionale: 45 milioni per la costa, 100 milioni per il reddito di solidarietà

0
213

Dopo l’abolizione dei superticket sanitari e del ticket nazionale da 23 euro sulle prime visite per i nuclei con almeno due figli a carico, è stata presentata la nuova manovra per la Regione Emilia-Romagna. Una manovra dal vago sapore elettorale, che punta a lanciare la ricandidatura di Stefano Bonaccini a presidente della regione. Di conseguenza, una manovra che promette molti tagli e agevolazioni, a fronte comunque di un bilancio definito solido. Le principali decisioni riguardano il taglio dell’Irap fino al 50% per aziende ed esercizi commerciali in Appennino e azzeramento dell’imposta per tre anni per i nuovi insediamenti; più di 100 milioni per il Reddito di solidarietà; 1000 assunzioni e stabilizzazioni in sanità, un numero forse un po’ esiguo considerato su tutto il territorio regionale e viste le criticità di personale più volte denunciate dai sindacati; dopo le polemiche riguardanti le limitazioni e la retromarcia alla circolazione dei veicoli inquinanti, 9 milioni per la rottamazione di veicoli fino ai diesel Euro4, 6 per i bus gratis per pendolari abbonati ai treni regionali, 10 per 135 km di piste ciclabili; 31 milioni per attrarre nuovi investimenti; 45 milioni per la riqualificazione dei fronti spiaggia sulla costa e per le strutture ricettive; 10 milioni per la manutenzione delle strade.