Milano Marittima: 2 milioni di danni per la parte pubblica. Iniziata ricognizione aree private

0
199

Mentre sulle spiagge di Cervia-Milano Marittima sembra quasi un giorno come gli altri, è iniziato da parte del Comune il rilevamento dei danni a proprietà pubbliche e private dopo l’evento atmosferico che nella giornata di mercoledì ha devastato la città con raffiche di vento che hanno soffiato fino a 160 Km/h. Mentre le strade principali e gli stabilimenti balneari sono stati riaperti, questi ultimi anche con l’aiuto dei turisti, la conta dei danni è attualmente solo iniziata. Oltre 2 mila le piante cadute o da abbattere: 600 lungo i viali di Milano Marittima, 500 al parco naturale, 1000 in pineta, 110 in aree private. Il parco naturale è l’area che è stata più gravemente danneggiata dal maltempo. Gravi danni sono stati riscontrati anche al circolo tennis e in 5 stabilimenti balneari. 10 gli edifici privati danneggiati dalla caduta degli alberi.