L’opposizione chiede di posticipare di 18 mesi l’approvazione del Pums. Ma non ci sono i tempi

0
57

Non ci sarà un ulteriore slittamento del PUMS. La moratoria di 18 mesi avanzata da Insieme per Cambiare e La Tua Faenza per posticipare l’approvazione del nuovo piano della mobilità sostenibile in città non è stata accolta dall’amministrazione faentina. Ormai non ci sono più i tempi per ulteriori slittamenti. Richiesta simile era stata avanzata anche dalla Lega, ma la risposta dai banchi della giunta è stata la stessa. Le forze di opposizione incarnano la preoccupazione di coloro che vedono nell’entrata in vigore del PUMS un rischio economico per il centro storico. Un rischio che si va a sommare alla crisi dovuta alla pandemia e contemporaneamente al rilancio delle Perle.