I Carabinieri della Compagnia di Ravenna, nel pomeriggio di venerdì 22 febbraio, hanno tratto in arresto un 41enne ravennate: in casa aveva allestito una piccola serra per la produzione di marijuana.

In particolare i Carabinieri di Lido Adriano raccoglievano informazioni che conducevano presso l’abitazione dell’uomo, dove venivano svolti dei servizi finalizzati ad accertare l’attività illecita del soggetto; nel pomeriggio i militari hanno deciso di fargli una visita a casa, dove sono state svolte le operazioni di perquisizione.

In realtà già dall’ingresso i militari percepivano l’inconfondibile odore delle piante di cannabis messe in essicazione. In totale sono state sequestrate 1 pianta di altezza superiore al metro mezzo, parte già con infiorescenze e 48gr. di marijuana già pronta all’uso; in più veniva rinvenuta la lampada a fluorescenza che era servita durante le prime fasi di crescita delle piante per farle sviluppare così rigogliose nonché materiale per confezionare le dosi e ben 98gr. di hashish.

Visti tutti gli elementi raccolti, l’uomo è stato dichiarato in stato di arresto per coltivazione illecita e detenzione di sostanza stupefacente. A seguito del rito direttissimo tenutosi nella mattinata odierna l’Autorità Giudiziaria ha convalidato l’arresto e, con la richiesta dei termini a difesa, ha imposto l’obbligo di presentazione alla PG in attesa della prossima udienza.