La faentina Sara Ghinassi allo Zecchino d’Oro: canterà “Ali di carta” | VIDEO

0
511

Ancora una bambina di Faenza in gara allo Zecchino d’oro. Sarà Sara Ghinassi, 10 anni, studentessa di quinta alla scuola primaria Martiri di Cefalonia, a tornare a rappresentare la città manfreda alla 64^ edizione del concorso canoro in onda su Rai1 dal 3 al 5 dicembre con la direzione artistica di Carlo Conti.

Sara, accompagnata dal Coro dell’Antoniano diretto da Sabrina Simoni, canterà “Ali di Carta”, scritta da Stefano Rigamonti.

Così viene presentata la canzone, già disponibile su YouTube anche in versione videoclip: “Quanto può essere malinconica una giornata di pioggia? Esisterà un modo per sentirsi meglio e far tornare il sereno… La protagonista di questa dolce canzone si abbandona alla lettura, ai libri che magicamente riescono a trascinare in una nuova dimensione, perché: “Come un aquilone perso nel blu, su ali di carta io volo sempre più su”. Più su, in quel mondo fantastico dove non esistono il tempo e le lacrime, ma soltanto la bellezza di nuove storie tutte da scoprire.”

A partire dal 17 settembre, ogni venerdì, per tre settimane, a gruppi di  5 e 4 brani, i nuovi 14 brani dello Zecchino d’Oro sono distribuiti da Sony Music e resi disponibili su tutte le piattaforme digitali in download e streaming.

Tra gli autori dei brani, scelti tra 550 proposte arrivate all’Antoniano, grandi nomi della musica italiana, come Claudio Baglioni, Marco Masini, Giovanni Caccamo, Flavio Premoli (PFM), Franco Fasano, Luca Mascini (Assalti Frontali) che si cimentano questa volta con brani pensati e scritti per i più piccoli. Accanto a loro tanti autori veterani dello Zecchino d’Oro.

I brani di quest’anno spiccano per originalità e per l’ingresso di generi musicali nuovi e diversi tra loro: dalla trap al reggaeton, dalla canzone pop al rock e al rap. Canzoni pensate per le nuove generazioni, anche nelle tematiche: il riciclo e l’attenzione all’ambiente, i giochi di parole e le filastrocche.

I 17 piccoli solisti che interpretano le 14 canzoni, insieme ai bambini del Coro dell’Antoniano, saranno anche i portavoce della solidarietà di Antoniano, in particolare del progetto “Operazione Pane” che sostiene diverse mense francescane in tutta Italia e una in Siria, aiutandole a garantire un pasto caldo e un futuro più sereno a migliaia di persone e famiglie in difficoltà, aumentate ancora di più a causa dell’emergenza sanitaria. L’aiuto offerto da “Operazione Pane” parte da un pasto caldo ma è molto di più: è un cammino che, passando dall’ascolto e dal dialogo, porta a una rinascita personale e sociale.