La crisi del settore matrimoni: fatturato -90%. E ora si studia come ripartire

0
119

Cancellazione e rinvii. Il 2021 del settore matrimoni è iniziato negativamente come ampiamente preventivato. Da circa un anno le aziende sono sostanzialmente bloccate e i danni coinvolgono una filiera molto ampia: dalle sartorie al comparto moda, dalle tipografie alla ristorazione, dai fioristi ai wedding planner, senza considerare fotografi, musicisti, parrucchieri, oreficerie. In questi mesi si sono tenuti alcuni incontri con la Regione Emilia-Romagna e con il governo. I sostegni nell’ultimo anno sono stati pochi e per la ripartenza non è possibile una vera e propria programmazione. Molti lavoratori hanno poi abbandonato il settore. È in fase di studio un nuovo protocollo, ma si dovrà inevitabilmente scontrare con la realtà odierna e i vari divieti: dal numero degli invitati alla possibilità di spostarsi fra regioni. E a livello nazionale il fatturato segna già un -90%.