Il Pums valutato da Federconsumatori: piano ambizioso con obiettivi condivisi

0
38

Un Pums ambizioso per le sole casse comunali. È questo il giudizio di Federconsumatori sul piano urbano della mobilità sostenibile dopo l’incontro organizzato per discutere i progetti legati alla mobilità nel Comune di Faenza. Una discussione alla quale hanno partecipato l’assessore ai lavori pubblici Milena Barzaglia, Legambiente e la Federazione amici della bicicletta.

Proprio per l’importanza dei progetti che dovrebbero rendere concreti gli sforzi previsti dal Pums, a partire dalla riqualificazione della stazione ferroviaria e del sistema di nuove ciclabili che dovrebbe collegare il centro città con la zona industriale, Federconsumatori si augura che il piano possa intercettare i fondi Next Generation del Recovery Plan, ma tutto è al momento molto aleatorio.

Condiviso dall’associazione dei consumatori invece uno degli obiettivi finali del piano, ovvero la riduzione dei mezzi privati in circolazione in città. Sebbene durante la discussione sia emerso come il Pums non preveda una sostanziale riduzione delle auto a Faenza di qui al 2030, anzi, preveda quasi il contrario, che il numero delle auto possa rimanere invariato, Federconsumatori si è dichiarata favorevole a tutta una serie di iniziative ideate per ridurre quanto meno l’uso delle auto per spostarsi in città, per rendere Faenza più vivibile e ridurre l’impatto ambientale.