“Furti, danneggiamento ad automobili in sosta, risse con uso di spray al peperoncino, accoltellamenti, orde di adolescenti ubriachi e molesti, minorenni in coma etilico, occorre aspettare il morto per intervenire in modo deciso e concreto? “

Dopo l’episodio della rissa nel centro di Milano Marittima, il gruppo consigliare della Lega attacca duramente l’amministrazione comunale sul tema della sicurezza

“Le misure prese sono evidentemente insufficienti e l’immagine della nostra ormai “fu perla dell’Adriatico” è in caduta libera, sempre più compromessa da gruppi organizzati di facinorosi che si danno appuntamento nel week end per sfidarsi e mettere in scacco le forze di polizia che vedono screditata la propria autorità e immagine” il riferimento qui è anche a quanto accaduto la scorsa estate, quando un ragazzo, ripreso da alcuni coetanei, salì a bordo di una volante della Polizia Locale mentre gli agenti erano impegnati in un servizio per contenere alcune intemperanze. Il video, caricato sui social network, diventò virale.

“Occorre che l’amministrazione si impegni ad applicare rigidamente i provvedimenti approvati in Consiglio Comunale e le ordinanze emesse, e che le autorità competenti si rendano conto che si tratta a tutti gli effetti di un problema di ordine pubblico con la necessità di applicare provvedimenti straordinari. “

La Lega chiede di: “Vigilare su chi arriva in treno ed in autobus con borse piene di alcolici, identificare preventivamente i gruppi di ragazzi che si aggirano per le strade vagabondando senza meta, vietare il bere al di fuori dei locali, bloccare corse automobilistiche, perseguire pesantemente chi fornisce alcolici ai minorenni, far rispettare le regole minime di decoro pubblico sanzionando chi trasforma la città in vespasiani senza riguardo per il prossimo, evitare cori da stadio e schiamazzi notturni, agire in modo preventivo impedendo di far agire chi è male intenzionato, questi alcuni provvedimenti da applicare già dal prossimo fine settimana. Tante sono state in questi anni le proposte del nostro gruppo consigliare, alcune abbracciate dal Sindaco, mentre altre bocciate, come ad esempio l’istituzione di una unità cinofila che avrebbe garantito un più efficace controllo del territorio fondamentale per la lotta agli stupefacenti e valido mezzo di persuasione per l’ordine pubblico. Non si tratta di militarizzare il centro, ma semplicemente di garantire il controllo del territorio e rasserenare chi da tempo subisce questa situazione di degrado“.

La Lega chiede anche agli imprenditori di partecipare: “Alcuni locali devono essere convertiti, sedute basse, musica adeguata che non incentivi lo sballo, evitare gli assembramenti ponendo un limite alle presenze nei locali, improponibili sono store destinati esclusivamente alla vendita di alcolici, è urgente tornare a quell’immagine che Milano Marittima merita, indispensabile puntare sulla qualità di un tempo, basta svalutare la nostra località a vantaggio di pochi”