Documenti irregolari, bambini senza cinture, guida in stato di ebbrezza o senza patente: piovono sanzioni

0
274

05/05/2018 – Nuovi risultati per la Polizia municipale della Bassa Romagna grazie a un continuo e attento presidio del territorio.Continuano i servizi di prevenzione e sicurezza stradale svolti da personale non in uniforme con auto civetta. Le pattuglie in borghese hanno accertato numerose infrazi oni al codice della strada nei confronti di chi trasporta sui veicoli bambini senza i prescritti sistemi di ritenuta.

A Fusignano invece, grazie alla segnalazione di un cittadino che informava della presenza di un veicolo sospetto con targa francese che si aggirava per la frazione di Rossetta, la pattuglia del locale presidio ha localizzato la vettura, una Renault Clio, che risultava essere condotta da cittadini senza fissa dimora. Dal controllo sono emerse irregolarità sui documenti di circolazione stranieri e la carta di circolazione è stata ritirata e il veicolo interdetto alla circolazione. Sul posto anche i Carabinieri di Traversara e Ravenna che, congiuntamente al personale di Pm, hanno avviato un’attività di indagine per accertare eventuali attività illecite effettuate dai conducenti nel territorio della Bassa Romagna.

A Conselice, a seguito di un incidente stradale, il nucleo infortunistica intervenuto sul posto ha accertato che la conducente, quarantenne italiana, era in stato di ebbrezza con un tasso alcolemico pari a 1.89 g/l; pertanto il veicolo è stato sottoposto a sequestro ed è stata ritirata la patente alla donna, denunciata all’autorità giudiziaria.

Quattro invece sono i casi di guida senza patente, tutti accertati nei comuni di Lugo e Fusignano. Per i conducenti che, in tutti i casi contestati si trovavano alla guida di motocicli, è scattata la relativa sanzione di cinquemila euro e il fermo veicolo per tre mesi.

Negli ultimi quindici giorni, tredici sono stati i veicoli sequestrati, anche grazie all’ausilio dell’apparecchiatura targa system, in quanto circolavano senza la prescritta copertura assicurativa. Per tutti i conducenti è scattata la relativa sanzione amministrativa e il sequestro del veicolo ai fini della confisca; in un caso, a Bagnacavallo, la conducente di una Citroen C3 rifiutava la custodia della vettura sospesa dalla circolazione e ne è scaturita la sanzione relativa che prevede il ritiro della patente da uno a tre mesi.

Trentuno sono invece le sanzioni effettuate per mancata revisione del veicolo nel solo comune di Massa Lombarda negli ultimi sette giorni; in tutti i casi i veicoli, come da normativa vigente, sono stati sospesi dalla circolazione stradale fino all’effettuazione del controllo tecnico.