Delitto in piadineria: 21 anni per la donna che uccise il compagno con una coltellata

0
171

La Corte d’Assise del Tribunale di Ravenna ha condannato questo pomeriggio Maila Conti a 21 anni di carcere per omicidio volontario. La donna è accusata di aver ucciso con una coltellata, nella notte del 16 agosto 2019, il compagno 61enne Leonardo Politi al culmine di una lite all’interno del chiosco di piadine gestito dalla coppia a Lido Adriano. Conti, attualmente agli arresti domiciliari, si è fin da subito dichiarata colpevole del crimine, sostenendo però di aver colpito l’uomo con un coltello  per legittima difesa. La donna ha affermato infatti di essere stata più volte vittima della violenza del compgno, e pochi giorni prima della sera del delitto di essersi rivolta ad un centro antiviolenza.  Il pubblico ministero ha sempre invece sostenuto la tesi dell’omicidio volontario, tesi accolta dalla Corte, che ha riconosciuto le attenuanti generiche. Ora gli avvocati di Maila Conti, Wally Salvagnini e Carlo Benini, faranno ricorso in Appello contro la sentenza.